I migliori plugin WordPress per creare cache e velocizzare il vostro sito

Come velocizzare il vostro sito o blog Wordpress con il Caching e gli strumenti più utili per analizzare i tempi di caricamento

  • plugin per velocizzare wordpress con il caching

Se avete un sito o un blog creato con WordPress non potete fare a meno di considerare un aspetto molto importante ovvero la velocità di caricamento delle pagine e, eventualmente, installare un plugin per la creazione della cache. E’ molto importante che le pagine del vostro sito vengano rapidamente visualizzate dagli utenti, dato che tempo di caricamento di un sito web incide anche su la Seo e sul ranking di Google. E’ stato infatti dimostrato che siti veloci ricevono da Google un punteggio più alto e si posizionano meglio nei motori di ricerca.

Come misurare la velocità  di un sito? Il mio blog è lento?

Ma in quanto tempo carica le pagine il vostro sito? Uno strumento molto utile per misurare la velocità di caricamento è il tool Pingdom Website Page Test che, oltre ad indicare il tempo di caricamento della pagina inserita, permette di vedere quante richieste http vengono effettuate. Un numero troppo alto di richieste abbassa di molto l’efficienza e la velocità del vostro sito o blog.

Pingdom tool per misurare la velocità di un sito
Pingdom tool per misurare la velocità di un sito

Un altro strumento molto utile è Yslow, una estensione disponibile per la maggior parte dei browser che, oltre a misurare la velocità delle pagine, dà molte altre informazioni utili.

Yslow-extension-misurare-siti-tempi-caricamento

Yslow classifica con un grado i siti internet e dà consigli per migliorare la velocità

Yslow classifica le pagine analizzate secondo vari gradi, nell’esempio Google.com ha il grado più alto: A. Yslow dà una serie di linee guida da seguire per migliorare la velocità del sito. Come ad esempio usare un CDN, posizionare i css in alto, spostare i codici javascript in basso o all’esterno, e la lista continua.

Non è semplice implementare tutte le linee guida per incrementare la velocità, a volte è necessario arrivare a qualche compromesso.

Yslow cache

La differenza tra pagina cachata e non cachata è spesso significativa!

Cliccando sul tab “Statistics”, Yslow mostra la differenza in termini di kb e http requests tra una pagina cachata e una pagina senza cache. L’uso del caching porta, in molti casi, ad avere molte meno richieste ed una pagina più leggera.

Nella scelta di un tema WordPress, che sia gratuito o a pagamento, ponete particolare attenzione al fatto che sia veloce e che non effettui troppe richieste http, potreste in seguito pentirvi amaramente di una scelta sbagliata! Anche i plugin contribuiscono all’aumentare il numero di richieste ed il peso delle pagine, installate solo quelli strettamente necessari.

Ma cos’è esattamente la Cache?

Il caching è un processo che crea una copia delle pagine del vostro sito web e le archivia in un file statico. Nel momento in cui le pagine vengono richieste dagli utenti, invece di essere generate dinamicamente vengono fornite  già pronte. Se le pagine cambiano o vengono aggiornate il sistema ri-crea una nuova copia cache della pagina. In questo modo il sito risulta molto più veloce perché si salta la fase di creazione dinamica della pagina.

I migliori plugin WordPress per la cache

Passiamo ora ad elencare quali sono, a mio parere, i migliori plugin per il caching in WordPress

W3 Total Cache

W3 total cache

W3 total cache

W3 Total Cache è uno dei plugin più completi per creare la cache e velocizzare il vostro sito o blog. Con una valutazione di 4.5 su 5, si posiziona tra le prime scelte per i webmaster più esigenti. Tantissime le possibilità offerte nei vari tab:

  • General: attiva e disattiva le singole impostazioni
  • Page Cache: attiva o disattiva la cache
  • Minify: per ridurre il numero dei file CSS e Javascript.
  • Database Cache: effettua la cache del database
  • Browser Cache: può forzare i browser ad utilizzare la propria cache
  • User Agent Groups: per i dispositivi mobile
  • Referrer Groups: per creare gruppi che utilizzano configurazioni specifiche
  • Content Delivery Network (CDN): permette di utilizzare un Content Delivery Network
Attenzione! W3 Total Cache è un plugin molto complesso e da utilizzare con cautela. Provate prima le impostazioni su una piattaforma di sviluppo o effettuate un backup dell’intero sito prima di cimentarvi in varie sperimentazioni. 

 

WP Super Cache

Wp-super-cache

Interfaccia di WP Super Cache

Wp Super Cache è un plugin molto usato e conosciuto, basti pensare che ha superato i cinque milioni di downloads ed ha una valutazione di 4.2 su 5. Offre tre modalità di cache: Mod_Rewrite, PHP caching e Legacy caching. Offre il supporto ai CDN (Content Delivery Network) e la possibilità di escludere dal sistema di cache gli utenti loggati. E’ un plugin compatibile con il Multisite. Per il supporto su WP Super Cache esiste un forum molto attivo in cui sicuramente troverete risposte alle vostre eventuali problematiche.

Quick Cache

 
Quick.cache-wp

Un plugin cache adatto anche a chi inizia o a poche necessità

Quick Cache è uno dei plugin più semplici ed adatti ai neofiti. Non offre tutte le altre possibilità di altri plugin come W3 Total Cache ma è davvero semplice da utilizzare ed il risultato è comunque efficace. E’ possibile configurare il tempo in cui la cache viene rinnovata (Cache Expiration Time) e se la cache è attiva o meno per gli utenti loggati.

Secondo voi quali sono i migliori plugin WordPress per la cache ed in generale per velocizzare il vostro sito?

Categorie

About the Author:

Laureato in Psicologia delle Organizzazioni e dei Comportamenti di Consumo, lavoro in ambito organizzativo come formatore e coordinatore del personale per AIAS di Milano Onlus presso l'Università degli Studi di Milano. Mi sono occupato, e tutt'ora mi occupo, di ergonomia cognitiva, ovvero creare applicativi o siti facilmente fruibili da parte degli utenti.

2 Comments
  1. Everlind

    Complimenti per la guida!

    Volevo aggiungere, che anche l’accoppiata di plugin DB Cache Reloaded Fix + Hyper Cache Extended, sembra dare ottimi risultati con WordPress. Non includono però, opzioni per il minify di javascript e css, come W3 Total Cache.
    Ciao!

  2. Everlind

    Complimenti per la guida, tutti suggerimenti utili.

    Penso comunque, che siano altrettanto importanti anche la scelta dell’Hosting e di un buon tema per velocizzare WordPress. Il primo, perchè a volte anche apportando varie ottimizzazioni, modifiche, se l’Hosting usa tecnologie poco performanti e moderne, non è ottimizzato per WordPress, difficilmente si avranno buone prestazioni. Esistono invece, Hosting in grado di fornire già di partenza, eccellenti prestazioni per script PHP/MySQL, come WordPress, utilizzando software come LiteSpeed, eAccellerator o APC, Varnish Cache, Memcached, SSD (hard disk allo stato solido), fork di MySQL come Percona o MariaDB.

    Discreta importanza anche al tema, che in taluni casi, se strutturato male, poco aggiornato e con troppe funzionalità incorporate, può essere già di base la causa di rallentamenti. E’ bene puntare su un tema solido, aggiornato, ottimizzato e veloce; o un framework di qualità e valore, come ad esempio Genesis, Elegant Themes, etc.

    Ciao!

0 Pings & Trackbacks

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: